Firmato il protocollo di collaborazione

Collaborazione AIFE – CAAA

Firmato, oggi martedi 23, 2014, il protocollo di collaborazione fra il Presidente Gian Luca Bagnara, dell’Associazione Italiana Foraggi Essiccati (AIFE), ed il Presidente Lu Xinshi, della Associazione degli Agricoltori ed Allevatori Cinese (CAAA). La CAAA è l’unica associazione cinese degli agricoltori ed acina8_bllevatori.

Nell’ambito dell’incontro, il Dr. Gian Luca Bagnara è stato nominato socio onorario della stessa Associazione degli Agricoltori ed Allevatori Cinese (CAAA).

L’evento è stato organizzato dall’AIFE stessa e dall’Accademia Nazionale di Agricoltura nella splendida cornice del Sala Cubiculum Artistarum – Palazzo Archiginnasio.

L’opportunità per l’Italia è quella di proporsi come partner della filiera dell’alimentazione animale, sia per migliorare la qualità della produzione agricola e zootecnica cinese, attraverso lo scambio di tecnologie e competenze, sia per accreditarsi come fornitore di produzioni foraggere.

L’agricoltura e tutto il sistema agroalimentare cinese stanno affrontando una profonda trasformazione per rispondere alle crescenti esigenze di sicurezza alimentare intesa sia di approvvigionamecina4_bnto sia di sanità. Dal 2010 infatti la Cina è importatore netto di prodotti agro-alimentari.

La Cina rappresenta il 20% della popolazione mondiale, con continua crescita del reddito e di attese alimentari, ma appena l’8% della superficie agricola mondiale. La produzione agricola cresce del 1.5%, annuo in media frenata da vincoli del lavoro, terra, acqua e lavoro, a fronte di una domanda alimentare in crescita del 2,5% annuo. Di conseguenza, le importazioni cinesi sono previste in aumento Nel settore lattiero-caseario è presente una mandria attuale di bovini da latte di circa 15 milioni di capi (alimentati con una razione di erba medica inferiore a 3 kg al giorno pari a meno del 50% della media europea) ed una domanda di foraggi di 1.5 milioni di tonnellate soddisfatte solo per il 45% dalla produzione nazionale mentre il resto è importato per il 94% dagli Stati Uniti (nel 2013 hanno importato oltre 700 mila tonnellate di erba medica dagli USA) La proiezione presentata dal Prof. Lu Xinshi è di un fabbisogno che dovrebbe salire a 4 milioni di tonnellate di foraggi nel 2020 da coprire con una importazione di almeno 2 milioni di tonnellate.

Un grazie di cuore a tutti le imprese socie che hanno fornito il loro supporto all’iniziativa

cina002cina001