I NUMERI DELL'ASSOCIAZIONE
La coltivazione dell’erba medica è enormemente incentivata dalla presenza di impianti di disidratazione. Nelle zone interessate da questi impianti, infatti, gli agricoltori trovano conveniente convertire una parte delle loro colture, perché il processo produttivo risulta meno gravoso rispetto a quello della fienagione classica. La disidratazione, inoltre, favorisce la sostenibilità della zootecnia di qualità in zone agricole climaticamente svantaggiate.

L’Italia è caratterizzata da condizioni pedologiche particolarmente favorevoli allo sviluppo di una coltura di scarso impatto ambientale e tracciabile in ogni fase della produzione. Il nostro paese ha sviluppato processi produttivi tecnicamente all’avanguardia, tanto da divenire in pochi anni il secondo produttore in Europa.

I consumatori italiani, d’altra parte, sono sempre più sensibili e interessati alla scelta di prodotti genuini, tipici e di sicura tracciabilità; questo ha indotto molti allevatori a ricorrere all’erba medi-ca, con un percorso dal campo alla mangiatoia facilmente ricostruibile, mentre la soia di importazione può essere di incerta provenienza ed in larga misura transgenica.
 
PROPRIETA' DELL’ERBA MEDICA DISIDRATATA

- sana
- tracciabile
- ricca di proteine vegetali
- conveniente per agricoltore e consumatore
- OGM-free